Mugnano. L’opposizione attacca: “La città langue e intanto Sarnataro pensa al rimpasto di giunta”

manifesto-opposizione-mugnano-senzacontegno-contro-amministrazione-sarnataro rimpasto giunta

“La città langue nei suoi problemi mai affrontati e mai risolti”

Le firme appartengono ai consiglieri di centrodestra Luisa Tammaro, Enzo Cardone, Lello Mandara, Biagio Migliaccio, Antonio Capasso, Ezio Micillo, Gennaro Bove e Filippo Daniele

Il nuovo manifesto dell’opposizione mette sotto accusa l’amministrazione di Luigi Sarnataro . Le colpe riguarderebbero la gestione della raccolta differenziata, la mancata partenza della mensa scolastica, il degrado urbano, il mercato ittico, l’assenza dei trasporti urbani e la mancanza di risorse per i Servizi Sociali. Il manifesto recita: “La città langue nei suoi problemi mai affrontati e mai risolti. Intanto Sarnataro per curare i mal di pancia della sua maggioranza prepara il solito rimpasto di giunta. #RivoluzioneCulturale”. Questo mese sarà decisivo per Sarnataro alle prese con il suo primo cambio dell’esecutivo, infatti, la fascia tricolore dovrà tener conto del gruppo del Progetto Democratico di cui fanno parte 3 consiglieri.

Le firme sono dei consiglieri di centrodestra Luisa Tammaro, Enzo Cardone, Lello Mandara, Biagio Migliaccio, Antonio Capasso, Ezio Micillo, Gennaro Bove e Filippo Daniele che hanno commentato con una dichiarazione congiunta: “Denunciamo alla cittadinanza l’incapacità di questa amministrazione nella gestione dell’ordinario. A fronte di questa inefficienza, figuriamoci se possono gestire i problemi straordinari. La maggioranza è in crisi a causa del prossimo rimpasto di giunta perciò sono nell’immobilismo amministrativo”.

 

Commenta per primo