Acerra. Si rischiano disservizi nella raccolta dei rifiuti, chiesto l’intervento urgente del Prefetto

Il Comune di Acerra, attento alla qualità del servizio di igiene urbana in favore dei propri cittadini, comunica che, a causa del mancato accordo per il passaggio di cantiere del personale dipendente, previsto negli atti contrattuali, tra l’attuale gestore del servizio di igiene urbana sul territorio del Comune di Acerra e la società aggiudicataria del servizio stesso in seguito alla nuova gara d’appalto, potrebbero verificarsi disservizi nella raccolta dei rifiuti nei prossimi giorni.

Il Comune di Acerra ha provveduto, per il tramite della Stazione Unica Appaltante, ad indire gara d’appalto per il servizio di igiene urbana sul territorio comunale, aggiudicata definitivamente alla Società TE.KRA Srl.

Al fine di consentire il passaggio di cantiere del personale dipendente, così come stabilito nel disciplinare di gara, tra l’attuale ed il nuovo gestore, atto propedeutico all’avvio del servizio, la società TE.KRA Srl ha provveduto a convocare le organizzazioni sindacali.

Il 21 gennaio 2017 è andato deserto, per indisponibilità dei sindacati, il primo incontro utile a definire l’espletamento delle attività necessarie al dovuto passaggio di cantiere. Il 27 gennaio 2017 si è tenuta poi un’altra riunione, nel corso della quale sono emerse problematiche relative al personale dipendente e oggetto di trasferimento di cantiere. In seguito a tali criticità, alcune organizzazioni sindacali hanno richiesto alla Città Metropolitana di Napoli una convocazione urgente, entro il 31 gennaio 2017, per dirimere le criticità emerse. L’Ente metropolitano ha richiesto alla Regione Campania chiarimenti in merito alle competenze in materia di tutte vertenze collettive di lavoro pervenute.

Nelle more di arrivare al passaggio di cantiere tra le due ditte è stata emessa ordinanza sindacale n. 6 del 30/01/2017, con la quale è stata imposta alla Società Ecologia Falzarano srl, di provvedere al servizio di igiene urbana della Città di Acerra fino al definitivo passaggio di cantiere.  Richiesto anche l’intervento urgente del Prefetto di Napoli per scongiurare, in questa fase transitoria, ogni possibile disagio o problema di igiene urbana sul territorio.

Permane l’attenzione dell’Amministrazione comunale sul corretto espletamento del servizio di igiene urbana, così come regolamentato dagli atti contrattuali e dal disciplinare di gara che regola il servizio, applicando le previste sanzioni contrattuali per eventuali irregolarità che saranno riscontrate.

Commenta per primo