Casoria. Cani protagonisti della terza edizione del “Diamo voce a chi non ha voce”

di Daniela Devecchi

“Diamo voce a chi non ha voce” manifestazione canina a Casoria all’interno della villa comunale in Via Pio XII ieri 09/10/2016. Presenti all’evento diversi artisti e radio, anche protagonisti dello show televisivo Made in Sud, oltre ovviamente tantissimi fidi domestici non solo “locali” che hanno preso parte a un prestigioso concorso di bellezza. Padroni, bambini e quadrupedi i principali protagonisti dell’evento partito alle 9, terminato alle ore 20 con un gran finale. “Il Diamo voce a chi non ha voce- ci ha spiegato una delle fondatrici della manifestazione oltre che rappresentante pro loco Casoria, Germana Ondoso- vuole essere principalmente una festa per i cani. Questa è la terza edizione, l’idea nacque nel 2014 quando l’allora amministrazione Carfora decretò un divieto assoluto d’ingresso ai cani all’interno della villetta comunale- prosegue- chiaramente noi come Pro loco ci ribellammo dato che la struttura è sì dei bambini, ma rappresenta anche un territorio dove i cani possono correre e esercitarsi assieme ai padroni. Allo scopo raccogliemmo assieme alla cittadinanza all’incirca 1500 firme per impedire che questa ordinanza venisse seriamente applicata.- prosegue- la colpa non era certo degli animali, ma dei titolari degli stessi che utilizzavano la villa comunale come ‘fogna’ non raccogliendo le feci dei domestici a quattro zampe che lasciavano puntualmente disseminate qui in terra. In effetti, ripeto, la villa è dei bambini, ma bisogna educare il padrone a comportarsi civilmente, i cani non hanno alcuna colpa in ciò. Alla fine la spuntammo optando ovviamente a un comportamento molto più ligio da parte dei padroni. Da allora nacque proprio in questa villa la nostra manifestazione e festa tutta dedicata ai cani, siamo soddisfatti di questa terza edizione, attesa per questa sera anche la presenza del sindaco Fuccio che rappresenterà la parte finale e saliente di questo nostro riuscito evento!”.

Commenta per primo