IL DRAMMA. Mamma di un bambino di 4 anni si toglie la vita, era vittima dei bulli sui social: muore a 23 anni

Creano un falso profilo Tinder a suo nome e una giovane madre si toglie la vita. Leanne Morrison è l’ennesima vittima dei bulli online, la ragazza, madre di un bambino di 4 anni, si è uccisa a 23 anni dopo essere rientrata a casa da una serata fuori con gli amici.

La ragazza aveva sofferto di depressione, la scoperta di un falso profilo social, gli scherni sul web l’avevano resa fragile ed era in cura da un terapeuta per superare il suo disagio. Come riporta anche la sua famiglia al Mirror, sembrava stare bene e la sera in cui è uscita era felice di stare con i suoi amici e concedersi un po’ di divertimento.

Purtroppo però evidentemente i continui episodi di bullismo la devono aver segnata più di quello che tutti pensavano e una volta tornata nella sua casa di Stirling, nel Regno Unito, si è tolta la vita. La famiglia sapeva della sua depressione ma non ne conosceva le cause, la notizia choc degli attacchi di cyberbullismo è arrivata solo dopo la morte di Leanne.

Familiari e amici sono scioccati da questa perdita, tutti la conoscevano come una ragazza generosa e piena di vita. La cosa più difficile sarà far capire quello che è accaduto al piccolo di soli 4 anni.

Commenta per primo