Foreign Office si scusa per il questionario razzista contro i meridionali

Il Foreign Office si scusa per i moduli scolastici britannici che distinguono l’origine etnico-linguistica di napoletani e siciliani da quella degli altri italiani. Lo riferisce l’ambasciatore d’Italia a Londra, Pasquale Terracciano, precisando di aver ricevuto “una telefonata” che preannuncia una messaggio formale di scuse scritte dopo la sua nota di protesta di ieri. Londra fa sapere che i moduli ‘incriminati’ saranno corretti. Il ministero degli Esteri britannico, spiega Terracciano, ha reso noto di “condividere le nostre perplessita’”. “Vogliono capire come sia potuto succedere, ma intanto s’impegnano a chiedere di modificare quei moduli”, aggiunge. Scuse scritte piu’ formali sono attese per le prossime ore. “Solo gli ignoranti – osserva de Magistris – disconoscono quanta immane cultura e millenaria storia dell’umanità si rinvengono nella Magna Grecia, nella città di Napoli, nel Sud e nella Sicilia. Non ci sono parole per commentare una tale forma di ignoranza e di razzismo”.

 

Fonte: Ansa

Commenta per primo