È di Frattamaggiore l’unico corridore dell’Alaska Marathon

Fatica, forza di volontà e voglia di non mollare mai. Queste sono le caratteristiche principali che accompagnano ogni maratoneta. Alcuni però riescono a spingersi oltre ed a raggiungere traguardi incredibili. Tra questi spicca il frattese Pierpaolo Del Prete, l’unico italiano ad aver corso la 49K Ultra in Alaska. Ben 49 Km incastonati in uno scenario da favola. Del Prete, Maresciallo capo dell’Esercito Italiano, tesserato con la Amatori Marathon Frattese, è riuscito a piazzarsi 18° con un tempo di tutto rispetto:  4 ore 52 minuti e 39 secondi. Non si tratta di un circuito semplicissimo, gli stessi organizzatori, sostengono che la gara è adatta a chi è interessato alle sfide. Una sfida, con se stesso in primis, che Del Prete ha portato a termine in maniera eccellente. Le 49k Ultra, inizia nel cuore del centro di Anchorage. I corridori si dirigono a ovest sulla 6th Avenue, a nord della H Street, poi dritto su Christensen Drive per la 2nd Avenue dove la corsa gira a sinistra per unirsi alla Tony Knowles Coastal Trail. Poi si passa per Westchester Lagoon, Earthquake Park, Postmark Drive and Point Woronzof. Il primo punto di svolta si trova a circa 1/4 di miglio al di sotto della sommità del colle Kincaid, si prosegue per la Westchester Lagoon e si svolta a destra sulla Chester Creek Trail poi i corridori Ritorno alla laguna e tornano verso il traguardo nel centro di Anchorage.Ci sono 5 salite di rilievo: Earthquake Park, Point Woronzof, Kincaid Park, Near Goose Lake, Christensen Hill. Anche il primo cittadino frattese, Marco Antonio Del Prete, ha voluto premiare la sua impresa, consegnandogli una targa nella giornata di martedì 6 settembre, presso il comune di Frattamaggiore. “Trovo che sia giusto dare importanza a tutti i nostri concittadini che si sono distinti – afferma il Sindaco. La nostra città può godere di molte personalità che con sacrificio e volontà sono riusciti ad eccellere in diversi sport. Sono uomini e donne da prendere ad esempio per tutti i frattesi, perché i loro successi portano in alto il nome di tutta Frattamaggiore”.

Commenta per primo