Frattamaggiore. Pericolo crollo in via Stanzione, il sindaco Del Prete incontra i commercianti

Frattamaggiore. Pericolo crollo in via Stanzione, il sindaco Del Prete incontra i commercianti
Il pericolo crollo del palazzo di Via Stanzione ha determinato la chiusura parziale della suddetta strada da parte dei Vigili del Fuoco, generando diverse problematiche per la città di Frattamaggiore.
In primis si è dovuta affrontare la problematica legata ai residenti del palazzo, per la quale l’Ente si è fatto fin da subito carico, fornendo una prima assistenza e ospitando gli sfollati in un albergo del territorio. Inoltre, ha provveduto alla puntellatura del palazzo. Mentre, la Protezione civile ha provveduto ad allestire una mensa.
Ma, gli effetti della chiusura parziale di Via Stanzione, hanno riguardato anche la viabilità cittadina, con un aumento del traffico in quell’area. Come è noto, il territorio frattese è attraversato da un flusso veicolare molto elevato, anche in virtù dell’afflusso dei residenti dei paesi limitrofi che usufruiscono dei servizi pubblici e commerciali della città.
E, proprio i commercianti di Via Stanzione, stanno subendo danni economici da questa situazione. Le loro attività infatti hanno risentito di questa chiusura parziale e nella giornata di mercoledì 15 febbraio hanno avuto un incontro con il Sindaco Marco Antonio Del Prete, per ricevere dei chiarimenti sulla situazione specifica.
I commercianti inoltre, hanno chiesto al Sindaco la riapertura della strada, che non potrà avvenire finché i proprietari del palazzo in questione non faranno pervenire al Comune il certificato di eliminato pericolo, come richiesto dall’ordinanza n. 2 del 2017, che il primo cittadino ha emanato nel mese di Gennaio.
“Purtroppo – commenta il Sindaco Del Prete – abbiamo dovuto affrontare una situazione improvvisa, che ha determinato diversi problemi. Inutile dire che nulla è dipeso da responsabilità dell’Ente che, anzi, si è fin da subito prodigato per assistere i cittadini. Sono consapevole delle difficoltà che i commercianti di quella zona stanno affrontando ma, purtroppo, ho la responsabilità dell’incolumità pubblica che devo tutelare prima di ogni cosa”.

Commenta per primo