Era fuggito in Spagna per evitare l’arresto, preso uomo ritenuto affiliato al clan

Massimo Gianniello, pusher ritenuto affiliato al clan Cuccaro-Andolfi, lo scorso 28 settembre fuggito in Spagna per evitare l’arresto, è stato preso dai carabinieri a Civitavecchia (Roma) subito dopo essere sbarcato da una nave proveniente da Barcellona. Era in passato riuscito ad evitare le manette nel corso di un’operazione coordinata dalla DDA di Napoli che aveva come obiettivo l’arresto di 8 persone accusate, a vario titolo, di estorsione, porto illegale di armi ed esplosione di colpi d’arma da fuoco, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e procurata inosservanza di pena, con l’aggravante delle finalità mafiose. A bloccare il pusher latitante sono stati i militari della compagnia di Torre Annunziata (Napoli) e di Civitavecchia (Roma). Al 42enne vengono contestati i reati di detenzione e spaccio di droga commessi tra settembre 2014 e marzo 2015 nel quartiere San Giovanni a Teduccio di Napoli, inoltre gli è stata notificata anche un’ordinanza di arresto per rapina

Commenta per primo