Furto di energia elettrica ed altri reati: denunciate 13 persone tra Casoria e Caivano

I carabinieri della compagnia di Casoria insieme a colleghi del reggimento Campania hanno effettuato un servizio ad alto impatto sul territorio di competenza dando esecuzione a 4 ordini restrittivi emessi dalla magistratura per reati di droga e criminalità comune e denunciando in stato di libertà 15 persone, 13 delle quali, nel parco verde, responsabili di furto aggravato e continuato di energia elettrica.

Gli arrestati:

  • Luigi Pollio, un 23enne di Arzano già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da un’ordine di carcerazione emesso dalla procura generale di Campobasso (dovrà espiare un anno, 7 mesi e 15 giorni di reclusione per una rapina aggravata commessa in concorso a Bojano (cb) il 04.01.2014);
  • Franco Jovanovic, un 27enne domiciliato ad Arzano già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da un’ordine di carcerazione domiciliare emesso dalla procura di Cassino (fr). (dovrà espiare un anno 1, 3 mesi e 21 giorni di reclusione per un furto aggravato commesso a Cassino nel 2009);
  • Massimo Attanasio, 39enne domiciliato ad Arzano già noto alle forze dell’ordine, ragiunto da un’ordine di carcerazione domiciliare emesso dalla procura di Napoli Nord. (dovrà espiare 3 anni e 11 giorni di reclusione per spaccio di stupefacenti commesso a febbraio 2016 ad Avella (AV) e Casoria);
  • Armando D’Amico, 32 anni, residente a Caivano e in atto ai domiciliari per rapina e lesioni personali, raggiunto da provvedimento di cumulo pene emesso dalla procura di Nola. (dovrà espiare la pena residua di 3 anni, 10 mesi e 16 giorni di reclusione).

i denunciati in stato di libertà:

  • 13 residenti del parco verde di Caivano (tra i quali 10 donne) alimentavano le loro abitazioni mediante allacciamenti diretti alla rete enel, sistema che consentiva di escludere la registrazione dei consumi.
  • una donna del parco verde aveva realizzato un allacciamento abusivo alla rete di distribuzione del gas, anche in questo caso per escludere la registrazione dei consumi.
  • una donna dell’area occidentale di Napoli è stata sorpresa sulla pubblica via, al confine con il capoluogo campano, mentre esponeva in vendita sigarette di contrabbando.

Pollio e D’Amico sono stati tradotti nella casa circondariale di poggioreale, Jovanovic e Attanasio sottoposti ai domiciliari.

Commenta per primo