Giudice di Pace di Marano. L’assessore giuglianese Marino: «Ecco il piano per salvarlo»

Giudice di Pace di Marano. L’assessore giuglianese Marino: «Ecco il piano per salvarlo»

Il comune di Giugliano interviene in aiuto degli avvocati per il mantenimento degli uffici del giudice di pace di Marano. Dopo l’incontro con una delegazione di questi ultimi, avvenuto venerdì presso la casa comunale, il sindaco ha scritto al Presidente del Tribunale dott.Ssa Garzo sottolineando l’importanza per il nostro territorio di tale presidio di legalità.

All’esito dell’incontro, cui erano presenti anche l’assessore Miriam Marino e le consigliere Laura Poziello e Marianna Tartarone, è stata concessa l’autorizzazione alla raccolta di firme per il weekend in Piazza Gramsci affinché l’ufficio in questione possa diventare ministeriale. ” L’ amministrazione – afferma l assessore Marino – percorrerà tutte le strade possibili affinché si mantenga aperto l’ ufficio di Marano che come produttività ed efficienza è sicuramente più funzionale di quello di Napoli Nord a cui lo si vorrebbe accorpare.

Un confronto con i delegati dell’Avvocatura ed un impegno costante da parte dell’amministrazione – precisa la consigliera Poziello – è quello che c’è stato e che non mancherà assolutamente. Afferma ancora che, nonostante le enormi difficoltà che devono affrontarsi a seguito degli eventi verificatisi, resta ferma la volontà di lottare fino alla fine affinché venga impedita la chiusura di un importantissimo presidio di legalità quale appunto è quello del gdp di Marano Sottolinea ancora la consigliera Tartarone che – l’amministrazione di Giugliano ha espresso sin dal primo momento la volontà di mantenere la sede giudiziaria del giudice di pace di Marano.

Dichiara:”Faremo tutto ciò che è possibile per evitare questa soppressione perché riteniamo che il gdp di Marano sia di fondamentale importanza per la collettività a difesa dei propri diritti con l’auspicio che tutte le politiche locali facciamo la loro parte”.

COM STAMPA MIRIAM MARINO

Commenta per primo