Da Giugliano al ‘cuore’ di Milano, la storia dell’agente della polizia locale Luigi Savino

Da Giugliano alla Galleria Vittorio Emanuele di Milano per rappresentare Milano e l’Italia nel mondo. E’ la storia di Luigi Savino, giuglianese doc ma oramai trapiantato da anni nella città della Madunina. Luigi, conosciuti da tutti col col diminutivo di Ginetto (Gigi per gli amici milanesi) fa parte del Plotone d’Onore della Polizia Locale di Milano. Ogni giorno, in alta uniforme, è presente nella storica galleria a due passi dal Duomo dove rappresenta il Corpo della Polizia Locale tra i tantissimi turisti, italiani e stranieri, che visitano una delle città italiani ed europee più importanti.

Con la forma tipica di un milanese e la simpatia tipica dei napoletani, Luigi, in alta uniforme nera caratteristica dei vecchi ‘ghisa’, ha conquistato in pochissimo tempo una delle città più importanti d’Europa, mettendosi a disposizione con i turisti provenienti da ogni parte del mondo per una foto o una semplice informazione. 

Spesso Luigi torna a Giugliano dove ha lasciato i suoi affetti, in particolare la sua famiglia: papà Gaetano, la madre Elvira e la sorella Simona ed i tanti amici. Oramai da quasi dieci vive e lavora a Milano, dove ha trovato non solo lavoro ma anche l’amore, culminato lo scorso giugno nel matrimonio con la bellissima Serena. C’è da essere orgogliosi di come il giuglianese Luigi porta in alto il nome della sua città natìa a Milano.

Commenta per primo