Giugliano. Il caso “bollette pazze” arriva in consiglio comunale

Stabilita una seduta d'assise monotematica: al momento mancano proposte

L'assise comunale

Sarà una seduta d’assise monotematica sulla vicenda che ha interessato negli ultimi giorni la città: le “bollette pazze” relative al canone idrico inviate dalla PubliServizi. Si è conclusa da pochi minuti la riunione dei capigruppo convocata dal presidente del consiglio comunale Luigi Sequino. Maggioranza ed opposizione si sono accordate per potare in assise il delicato tema  delle fatturazioni errate del canone idrico ricevute da molti cittadini giuglianesi. Il consiglio comunale si dovrebbe tenere il 6 luglio alle 9:30. Stabilita anche la seconda convocazione per il giorno successivo alle 12:30. Il presidente del consiglio, però, in riunione di capigruppo ha fatto rilevare che al momento non è stata consegnata alcuna proposta. Eventuali verranno discusse in sede di consiglio comunale il giorno 6 luglio.

Sulla questione è poi intervenuto il consigliere del M5S Nicola Palma, il quale ha sottolineato che il presidente del consiglio “non sa che già sia stata protocollata una proposta dal Movimento 5 Stelle in data 14 giugno, in seguito ad un incontro avvenuto col dirigente D’Alterio”.

Commenta per primo