Giugliano, elezioni metropolitane. Anna Russo: “Restiamo ad ascoltare le istanze del territorio”

L'ex candidata a sindaco e ora consigliere comunale Anna Russo

A poche ore dagli esiti delle elezioni della Città Metropolitana, la consigliera giuglianese Anna Russo della lista CambiaMenti ha commentato contestando il meccanismo elettivo e la condotta di alcuni membri della maggioranza di Poziello: “Le elezioni autoreferenziali, meglio dette metropolitane, innescano strani meccanismi e giochi di forza in cui non si pesa la forza elettorale o l’elettore ma la tenuta dei partiti. Se si decide di giocare a scopone scientifico non puoi rubare il mazzetto e se giochi a scala 40 poco te ne fai di un colore. Ed è così che privi di consenso, figli dell’isolamento e fuori dalle logiche di squadra si può trovare conforto in un voto extraterritoriale. Sono le regole del gioco. Soddisfatta per il risultato che ha ottenuto il centrodestra di Giugliano, unito e compatto, che ha espresso la candidatura di Alfonso, candidatura meritata e condivisa. Lo si legge nel risultato, frutto di mani strette, occhi negli occhi, chilometri macinati e chiacchiere infinite. Parole che raccontano progetti, idee, responsabilità e costruzione.  Progetto a cui ha aderito fortemente l’area nord e che consentirà presto di vedere il nostro candidato rivestire il ruolo di consigliere metropolitano. Una bandierina che verrà posta, nello scorrimento, dal nostro gruppo e da nessun altro. – e prosegue sul post scritto su Facebook – Peccato per i consiglieri nostrani che hanno dimenticato di essere stati eletti per rappresentare la città di Giugliano ma hanno presto dimenticato il patto con la città, favorendo invece la dispersione della rappresentanza a favore della centralità napoletana. Solo un commento, il nostro gruppo è capace di essere determinante. Il bacino che si sposta insieme su un progetto condiviso può potenzialmente sovvertire il risultato…. che i partiti ne prendano atto. L’entusiasmo si allarga all’area nord che si stringe intorno alla propria identità, le maglie della catena si intersecano a prescindere dalle bandiere. Noi restiamo ad ascoltare le istanze del territorio e le porteremo in tutte le sedi deputate alla loro risoluzione”.

Commenta per primo