Giugliano. Furto nel parco Made in Naples, ecco cosa hanno portato via i banditi

Cavi asportati, motori elettrici rubati, danni per centinaia di euro. Quello che doveva essere un parco di divertimenti più grande dell’area nord di Napoli, è diventato un posto da saccheggiare. Ieri le forze dell’ordine hanno scoperto una banda che depredava da ‘Made in Naples’, situato sulla Circumvallazione esterna tra Giugliano e Qualiano, cavi di rame ed altri materiali. La struttura fu posta sotto sequestro pochi giorni dopo l’apertura ed è tutt’ora al centro di una querelle giudiziaria tra i gestori ed i proprietari del terreno. In primo grado i titolari della struttura avevano richiesto un risarcimento record da 2 milioni e mezzo di euro alla Pirozzi Immobiliari srl, proprietaria del terreno dov’era stato il parco giochi. Il processo vedeva contrapposte, appunto, la Made in Naples srl e la F.P. Impianti srl contro la Pirozzi Immobiliare srl.
Il Giudice Unico del Tribunale di Napoli Nord Felice, dott. Angelo Pinzi, ha rigettato la richiesta di risarcimento del danno presentata dai legale della Made in Naples. Ha invece accolto la domanda riconvenzionale presentata dalla difesa, ed i titolare del parco divertimenti sono stati condannati al pagamento in favore della Pirozzi Immobiliare srl della somma di 32.500 euro più altri 20mila euro per il rimborso dei compensi delle spese di giudizio. Rigettata anche la domanda di condanna al pagamento del corrispettivo dell’appalto proposta dalla F.P. Impianti srl che è stata a sua volta condannata al pagamento di circa 50mila euro in favore della Pirozzi Immobiliare srl.

Commenta per primo