Giugliano. Incontro tra il Movimento Lavoratori-Disoccupati e il sindaco Poziello per la Clausola Sociale

I lavoratori: “Terzo atto di una serie di incontri lungo 5 mesi”

Come da nostra abitudine raccontiamo alla cittadinanza, a beneficio della trasparenza del Movimento Lavoratori e Disoccupati, l’incontro dell’11 Ottobre 2016 con il sindaco Poziello sulla nostra proposta della Clausola Sociale, ovvero l’inserimento di disoccupati giuglianesi (in numero di almeno il 50% dei neoassunti) nei lavori pubblici a Giugliano. In molti, dopo i giorni di tensione di Luglio e dell’inizio di Ottobre, si sarebbero aspettati un incontro acceso. Ed in effetti l’incontro è iniziato con l’attacco di Poziello verso alcuni membri del Movimento, accusati di fomentare l’odio sociale del resto dei militanti per indirizzarlo nei suoi confronti.

Poziello ovviamente non sa che il Movimento Lavoratori e Disoccupati non è come uno dei tanti cartelli elettorali giuglianesi. Il Movimento prende le decisioni dopo dure discussioni collettive e voto a maggioranza con “centralismo democratico”. Tutto quello che fa il Movimento Disoccupati (un volantino, uno striscione, una presenza ad un consiglio comunale o una protesta) è deciso ed organizzato dall’assemblea di tutti gli iscritti, votando passaggio per passaggio, con il consenso più largo possibile.

La riunione in sé, terzo atto di una serie di incontri lungo 5 mesi fatti di battaglie, scontri ed accordi, ha prodotto un esito positivo ed un’ulteriore conferma di Poziello della volontà politica di attuare la Clausola. Noi volevamo sapere come l’avrebbe approntata, in che tempi e se per tutti i lavori.

1) Innanzitutto la appronterà così come proposta e difesa dai Disoccupati (con priorità nell’assunzione di chi abbia finito gli ammortizzatori sociali), ma non come intervento strutturale al regolamento del comune, ma “appalto per appalto”. Una soluzione che a noi del Movimento Lavoratori e Disoccupati va bene, ma ovviamente ci costringe ad aumentare il controllo e la pressione sull’Amministrazione.

2) I tempi: nel prossimo consiglio comunale, il sindaco ha dichiarato che farà il passaggio ufficializzando la Clausola. Ci troverà lì ad ascoltarlo, ad applaudire se manterrà l’impegno, a riprendere la lotta nella maniera più incisiva possibile se invece non lo farà. Come è giusto che sia in democrazia.

3) I lavori sono quelli di importo importante (nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro), con forte presenza di manodopera, ed anche questo ci va bene, indicando i lavori stradali come primo lavoro nel quale verrà applicata la Clausola. Noi vigileremo sugli appalti, sui cantieri che si aprono, e controlleremo se la Clausola sarà applicata.

Per ora però, restiamo in attesa, incollati al sito del Comune a spulciare le delibere, anche se, sarebbe nell’interesse dell’Amministrazione, dare evidenza concreta dell’applicazione della Clausola. Così come sarebbe nell’interesse dell’Amministrazione collaborare e non vedere il Movimento come insidia. Il nemico da battere è la disoccupazione, non i disoccupati!

 

Movimento Lavoratori e Disoccupati Giuglianesi, M.L.D.G.

Commenta per primo