Giugliano. Immobile confiscato in via San Rocco, ecco a chi sarà assegnato

Revocato dall'amministrazione comunale il bando promosso dalla commissione straordinaria

Il bene confiscato tra Via San Rocco e via De Caro

Quattro anni fa venne assegnato al Comune dall’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati alla criminalità organizzata. Tra il 2014 e il 2015, invece, la commissione straordinaria emanò un bando pubblico per la concessione gratuita delle strutture. Il bando fu vinto dall’associazione “Amnesia” con il progetto “Bar Alzheimer”. Qualche mese dopo, l’aggiudicazione venne revocata in quanto i legali dell’associazione non sottoscrissero il contratto di concessione. Questo perché “i locali non furono ritenuti idonei allo svolgimento delle attività proposte e di non poter assumere gli oneri di manutenzione dell’immobile comunale”.

L’amministrazione comunale si è interessata di questa vicenda. Sull’albo pretorio del Comune, infatti, si può leggere una delibera di giunta firmata dall’assessore ai Beni Confiscati Adolfo Grauso nella quale si evince a chi sarà assegnato l’immobile confiscato che, ricordiamo, è composto da due locali, uno di 35 e l’altro di 33 metri quadrati.

Si tratta della ANFI (Associazione Nazionale Finanzieri di Italia) che, il 22 Marzo, avevano protocollato la richiesta di ottenere dall’amministrazione guidata dal sindaco Poziello un immobile in comodato d’uso dove istituire una sede. Proposta, a quanto pare, accolta dal Comune, in quanto l’associazione potrà anche provvedere a fornire attività di sicurezza urbana, vigilanza e protezione civile.

Commenta per primo