Giugliano. Itis Galvani, intervista al dirigente Pezza: “La nostra è la scuola del futuro”

La scuola 2.0 ha un volto, ed è quello del’Istituto Tecnico Industriale L. Galvani di Giugliano. Tante le novità per l’Itis di via Marchesella, dove tecnologica e cultura restano le parole d’ordine, “integrate alle 3 P- come spiega il preside Giuseppe Pezza– ovvero presenza, puntualità e partecipazione”. È tutto pronto per dare il via al nuovo anno scolastico che sarà strutturato in due periodi, un trimestre dedicato al recupero delle conoscenze e abilità di base, ed un pentamestre per l’apprendimento di nuovi argomenti e nuove competenze. Anche quest’anno la vera svolta tecnologica resta la “web radio”, nata lo scorso anno, che sin da subito ha visto i protagonisti entusiasti dell’esperienza.
Gli studenti del Galvani sono tra i primi sul territorio ad utilizzare il sistema podcasting, come occasione importante per rinnovare l’istruzione e l’acquisizione di competenze linguistiche, valorizzando le loro capacità sociali e civiche. “Offre un contributo specifico all’insegnamento, favorisce la padronanza linguistica ed è uno strumento essenziale per sviluppare la capacità di lavorare in gruppo e affrontare i problemi” sottolinea il preside Pezza.

Una scuola al passo con i tempi e in crescita. Infatti ogni anno aumenta il numero degli iscritti: “Le classi quest’anno da 54 sono diventate 57 e questo è un segnale positivo ma che denota l’esigenza di ampliare l’edificio scolastico. In cantiere ci sono 9 nuove aule da realizzare entro quest’anno per ovviare alle esigenze di sovrannumero che oggi cerchiamo di risolvere utilizzando i laboratori ed effettuando una rimodulazione delle ore di scienze motorie”.

Per l’anno appena iniziato l’istituto ha giá attivato alcune collaborazioni importanti, ad esempio con l’antev (associazione nazionale tecnici verificatori) per formare i ragazzi nel settore delle verifiche ambientali dei luoghi di lavoro in ambiente ad uso medico, e che prevede la successiva acquisizione del titolo di tecnico verificatore di strumenti elettromedicali. Un altro progetto importante che partirà nell’anno 2016/2017 è la realizzazione di un drone con l’acquisizione del brevetto per utilizzo in vari scopi. Infine confermato il progetto “Flipped classroom” che coinvolge 5 classi, rispetto alle due dello scorso anno, dell’istituto: “la tecnica della didattica rovesciata, permette ai ragazzi di fare i compiti a scuola e dedicarsi alle ricerche a casa” sottolinea il prof. Pezza.

Nell’imminenza del ritorno tra i banchi, il preside ringrazia il sindaco, l’assessore Marino e l’assessore Mauriello per l’interesse dimostrato in questi anni di amministrazione, ma “sento di dover spronare il primo cittadino ad intervenire per quanto riguarda la viabilità” sottolinea Pezza. Perchè se da un lato, il Galvani mira ad essere tra le migliori realtà sul territorio, dall’altro, parte con l’handicap del traffico nelle ore di punta, “bisogna dare un colpo al cerchio e uno alla botte” afferma. “Da anni lottiamo con questa problematica. Tra studenti ed alunni i due plessi ospitano circa 3100 persone, insomma un piccolo paese che nel momento di ingresso e uscita riversa in strada una fiumana di gente. Più volte da parte nostra è stata fatta richiesta di vigilanza e apposizione di segnaletica sia orizzontale che verticale- spiega il dirigente Pezza. Inoltre insieme al preside dell’adiacente liceo scientifico A.M. De Carlo, abbiamo chiesto una soluzione, ai comuni di Qualiano, Giugliano e Villaricca, per quanto riguarda la rotatoria su Corso Europa all’altezza del parco 7 Pini, che spesso diventa impraticabile e pericolosa nelle ore di punta” conclude il preside e aggiunge, infine, un augurio ai suoi alunni: “Buon viaggio verso le Competenze”.

di Guido Pianese

Commenta per primo