Giugliano. Il nostro Consigliere Candido Lampione si pronuncia sulla questione delle Strisce Blu

di Candido Lampione

Egreggio signor direttore io vi ringrazzio che mi avete mandato i vendicingue euri che io lapperlà mi sono chiesto Ma io questi quando ce lì ho prestati perché io sò che state un poco con le ruote a terra ma però voi non mi avete mai chiesto niende che se non altro vi potevo dare qualcosa dippiù. e per questo ò telefonato alla vostra segretaria penzando che vi avevate sbagliato tra tutto quello che dovete dare a chisà quanda gente. Ma invece mi sono meravigliato della vostra onestà che con tutte le vostre pezzanterie vi siete preoccupato di pagarmi per l’articolo che vi ó scritto sulla libertà di stampa per cui ò preso i soldi e li ò dati in beneficenza a lassociazione dei giornalisti disoccupati che io credo che un domani vi può fare piacere anche a voi perché io tanto ciò la pensione di portalettere che quella di conzigliere comunale il vicesegretario mi à detto che non mi spetta. che io poi non ò capito che voleva dicere quando ha detto Nun v par cavit avut già abbastanz? che io forse sicuramente ò penzato che stava parlando dei gettoni di presenza di quando uno dice che è stato a fare le commissioni consiliari senza conziderare che molti di noi per più di due anni sono stati a spasso per via dei commissari che non ci ànno voluto far fare niende senza neanghe farci salire al primo piano che ci stavano i polizziotti in borghese che ti chiedevano i documenti per sapere se ci stavi o no nella lista di chi poteva endrare. e io non vi dico egreggio amico mio quande volte per non farmi cacciare fuori mi sono dovuto travestire da cittadino ecstracomunitario che volevo scrivere a mio figlio a lasilo che poi mi dicevano Dovete andare a una scuola privata. Ma io adesso non è di questo che vi voglio parlare visto che mi ànno detto che voi volete sapere da me io che ne penzo delle strisce blù perché ò saputo che le vogliono mettere anghe dentro ai vicoli del cendro storico in modo che davanti alla legge i cittadini di Giugliano sono tutti uguali.

Egreggio signor direttore scusate se ve lo dico in modo tale di farvelo capire pure a voi ma a me questa penzata mi pare proprio una grande stronzata che io non credo che è uscita dalla testa di qualcuno. e mi spiego perché non sono daccordo. Primo. perché le strisce blù non sono un garace che si è costruito il comune di Giugliano e che mó deve vedere come fare per recuperare le spese che io questo lo capisco per i privati che sul proprio terreno invece di costruirci un altro palazzo abbusivo ànno deciso di farci un parcheggio a pagamento che non cè bisogno della licenza edilizzia.

Secondo. ma scusate a me mi pare che io ogni anno devo già pagare una tassa di circolazzione alla reggione Campania che non capisco per quale motivo se le nostre strade sono tutte rotte. questo ce lò detto a un viggile urbano che mi voleva fare la multa fino a dendro il luogo di mio nonno e lui mi ha risposto Caro conzigliere mi pare che voi non avete capito niende perché voi la tassa di circolazzione la dovrete pagare per camminare questa invece è per stare fermo. Terzo. voi lo sapete che io sono sempre stato a favore dei lavoratori disoccupati dicendo che si dovevano trovare qualcosa da fare o che il comune la regione e lo stato dovevano creare le industrie per i nuovi posti di lavoro ma non che il comune si invenda qualcosa per farli tirare a campare a spese dei cittadini così che per fare assumere un disoccupato alla ditta privata ci danno a questa il permesso di fare altri cento posti colle strisce blù. e ìo pago.

Quarto. non è vero che le strisce blù sono state fatte per diminuire il traffico a causa di quelli che bloccavano le strade parcheggiando a qualsiasi parte perché bastava di disegnare a terra lo spazio per fermarsi e mettendo le multe più salate a chi invece condinuava a fare i comodi suoi. Quindo. le strisce blù ci servono al comune di Giugliano soltanto per fare soldi perché del traffico nessuno se ne fotte più di prima tantevvero che per non pagare il grattino e prendere una multa la macchina basta metterla sopra al marciappiede. Sesto. io dico ancora che le strisce blù sono state messe per spennare i cittadini colla speranza che sono sempre disonesti e ingivili che se tutti mettono la macchina nei parcheggi privati il comune non sa più dove andare a prendere i soldi per pagare ai nuovi viggili urbani che sono venuti da Napoli.

Settimo. questa è la prova che il comune di Giugliano vuole spennare i cittadini che se uno si dimendica di mettere il grattino i viggili della ditta privata non ti mettono la multa di due euri come fanno quelli di Aversa per ricordarti che devi essere una persona civile ma ti sparano subito una bella sfogliatella di vendicingue euri che io non sò se uno poi se li riesce a guadagnare in una giornata. Ottavo. io mi ricordo che quando ànno deciso di mettere le strisce blù ànno trovato la scusa che anghe Giugliano si doveva mettere all’altezza delle grandi città. voi lo sapete egreggio signor direttore che io oramai sono il più anziano conzigliere comunale e si può dire che ne ò viste di cotte e di crure per cui io sò bene la differenza che ci passa tra Giugliano e le grandi città che è come a fare pagare ai nostri concittadini diecimila lire per un bicchiere di acqua suffregna dicendo che quello tanto costa dendro a un qualsiasi bar di piazza San Marco che io a Venezia una volta ci sono stato e mi dovete credere se vi dico che mi è andato attraverso. per carità io sono daccordo che ci dobbiamo comingiare a adeguare alla vita delle grandi città ma io dico dateci prima la possibbilità di viverci in una grande città e non mi pare che questo è il caso della città di Giugliano solperché siamo divendati più di 130 mila abbitanti senza di avercene nessuna colpa.

Ecco egreggio signor direttore che cosa io ne penzo delle strisce blù e mi rendo condo che non è una buona cosa per mè che sono un conzigliere comunale. ma io mi condinuo a domandare se io sono stato eletto per stare dalla parte del comune o se non forse per difendere gli inderessi dei cittadini di Giugliano per cui io dico che non tengo niende più da guadagnare a starmene zitto tantoppiù che la mia età mi permette oramai di dire sempre quello che penzo a costo di dire anghe la verità. mi raccomando però di non mandarmi più i vendicingue euri per questo articolo perchè libbertà di stampa non deve costare mai niende. e così in piena libbertà io mi firmo

Commenta per primo