Giugliano. Questione rom-migranti, Iovinella e Palumbo: «Siamo l’amministrazione del fare»

Il Comune riceverà un maxi finanziamento di 800mila euro per il rimpatrio di extracomunitari

Il Comune di Giugliano ha ottenuto un maxi finanziamento, pari a 800mila euro dal Fondo asilo migrazione e integrazione (Fami 2014-2020) del Ministero degli Interni. Questi soldi saranno utilizzati per il rimpatrio assistito di extracomunitari compresi i rom originari di Paesi non dell’Unione Europea. Saranno riaccompagnati nei loro Paesi d’origine e lì saranno messi in condizione di reinserirsi aiutandoli ad acquistare una casa o avviare attività economiche.

Soddisfatti gli esponenti della maggioranza. “Avevamo letto su alcuni quotidiani che per la nostra città e per altri comuni della provincia, la Prefettura avrebbe disposto l’arrivo di nuovi profughi. Non c’è niente di più falso e lo dimostrano i fatti. Siamo l’unica amministrazione ad aver presentato un progetto considerato valido per il rimpatrio di migranti e rom, quest’ultimi non originari di paesi dell’Unione Eruopea . Non solo, provvederemo ad aiutarli nel reinserimento socio – economico nei loro paesi d’origine. Questa si conferma l’amministrazione del fare”, ha commentato il capogruppo di Giugliano Libera Francesco Iovinella.

“Guardiamo sempre con molta attenzione alle opportunità europee. L’amministrazione è stata brava nell’intercettare fondi destinati al rimpatrio dei migranti e Rom originari di paesi che non fanno parte della U. E. Chi non ha intenzione di integrarsi, deve andare via. Gli daremo una mano ad iniziare una nuova vita, potranno acquistare casa o crearsi un lavoro”, ha detto invece il consigliere Agostino Palumbo.

Commenta per primo