Guasto alla caldaia. Nessuno scampo per una coppia di 50enni

morte-coppia-gas-fuorisciuta perdita

Tragedia stamane poco dopo mezzogiorno in via delle Stallacce a Urbino, in pieno centro storico. Due persone, un uomo e una donna, sono stati trovati morti nella loro abitazione: a causare la morte è stato il monossido di carbonio. Contrariamente a quando si pensava in un primo momento, non si tratta di studenti (la zona è abitata da molti) studenti, ma di una coppia. L’uomo è un 47enne belga, la donna è una urbinate di 50 anni.

Una terza persona, una pensionata di 76 anni, è stata portata in ospedale perché trovata svenuta in casa. Abitava nel piano superiore. I vigili del fuoco erano stati chiamati proprio perché l’anziana non rispondeva al citofono. Una volta entrati l’hanno soccorsa.

I pompieri hanno cercato di capire da dove provenisse la perdita di gas. Constatato che arrivava dal piano sottostante, hanno avuto l’autorizzazione ad abbattere la porta per entrare. All’interno, vi erano i corpi della coppia. Secondo i primi rilievi, sarebbero morti intorno a mezzanotte. I vigili del fuoco hanno appurato che la perdita di gas è partita da una piccola caldaia in cantina. Il gas è salito per 3-4 ore, e non ha lasciato scampo alla coppia.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Commenta per primo