Incontro tra Mattarella e De Magistris a Napoli

05/02/2013 Roma, trasmissione Ballarò. nella foto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha ricevuto a Villa Rosebery il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che è arrivato nella dimora presidenziale alle 8.45 e si è intrattenuto con Mattarella per 20 minuti.
Il Presidente della Repubblica Mattarella ha poi raggiunto la sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici, dove parteciperà al convegno per il 150esimo anniversario della nascita di Benedetto Croce “La diffusione internazionale dell’opera di Benedetto Croce”.
. Mattarella, accolto al suo arrivo dall’applauso di alcuni cittadini e turisti, ha salutato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il sindaco De Magistris, che lo attendevano all’ingresso dello storico palazzo nel centro antico di Napoli.  “Abbiamo parlato di quello che è accaduto e sta accadendo a Napoli, abbiamo parlato della città e dei napoletani. È stato un incontro di importante rilevanza istituzionale”. Così il sindaco, Luigi De Magistris, in relazione al colloquio che ha avuto con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, a Villa Rosebery prima della partecipazione ad un convegno di studi su Benedetto Croce. De Magistris si è detto “molto contento e onorato” di essere stato ricevuto da Mattarella. Ai giornalisti che chiedevano dettagli sul colloquio, De Magistris ha risposto: “Parlare di Napoli significa parlare di tutto: dei problemi, del risveglio culturale, del riscatto, delle questioni istituzionali. Ho voluto trasmettere al Presidente il momento che sta vivendo la città con la sua passionalità, con la sua forza, con i suoi problemi, con la sua voglia di essere punto di riferimento del riscatto dell’intero Paese attraverso il Sud, della necessità di una cooperazione istituzionale importante e dell’importanza del rispetto degli equilibri costituzionali”.

Commenta per primo