Inseguimento nel napoletano, prima in auto poi a piedi: carabiniere ferito, arrestati i colpevoli

Sembrava uno di quei film di Hollywood, dove i buoni inseguono i cattivi per chilometri, durante i quali succede di tutto. Solo che la vicenda non si è sviluppata in america ma nel nolano. O meglio è iniziata nella zona di Visciano per finire ad Afragola con i carabinieri protagonisti di un inseguimento nei confronti di un’auto sospetta che ha forzato un posto di blocco.

L’inseguimento si è protratto fino all’uscito della superstrada di Tufino e va avanti ancora per 20 km lungo la ss 7 bis in direzione di Pomigliano d’Arco. Per agevolare la propria fuga, i criminali hanno gettato dall’auto in corsa 2 soffiatori elettrici e una motosega, per ostacolare i militari nell’inseguimento. Arrivati ad Afragola hanno abbandonato l’auto e proseguito a piedi.

La corsa però dura poco, infatti, i malfattori sono stati fermati dai carabinieri fino all’interno di un condominio. Uno è stato bloccato non prima di una concitata colluttazione che ha provocato il ferimento di un militare. È stato arrestato, in seguito Domenico Taddeo, 41enne di Afragola, già noto alle forze dell’ordine. Taddeo è stato denunciato per rispondere di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Con lui fermato e denunciato, per gli stessi reati, il complice: un 44enne del rione Salicelle di Afragola.

fonte: vocedinapoli.it

Commenta per primo