Lasciò il clan per amore, adesso il ras della camorra si è pentito: tremano i boss

E’ Ignazio Magliulo l’ultimo pentito della camorra di Ercolano. Il 35enne di Torre del Greco, un tempo inserito ai vertici del clan Birra, va a rinfoltire la cerchia dei collaboratori di giustizia. La notizia è stata comunicata nei giorni scorsi, a margine del processo con rito abbreviato che vede imputati, tra gli altri, Immacolata Adamo, la moglie del boss defunto Raffaele Ascione. Il pentimento di Magliulo rappresenta un altro grave colpo per il sodalizio della ‘Cuparella’ nonostante la breve militanza dell’uomo nel clan: dietro la sua scelta la volontà di proteggere la sua fidanzata. Tutto ebbe inizio nel 2009 quando ancora infuriava la guerra tra i Birra-Iacomino e gli Ascione-Papale: la fidanzata di Magliulo, all’epoca 27enne, abitava a piazza Pugliano, nei pressi della roccaforte di Natale Dantese, reggente degli Ascione-Papale.
La giovane, in una drammatica telefonata con Magliulo, raccontò al fidanzato quello che apparve fin da subito un atto di intimidazione. Alla porta della sua abitazione bussano un gruppo di uomini:«Siamo della società del gas», ripetono battendo i pugni sulla porta. Ma non si tratta di un controllo del contatore. Al campanello ha suonato la camorra. La giovane che parla a Magliulo dall’altra parte del telefono lo sa. «Non ho aperto mi sono impaurita…Ignazio tu ti devi ritirare, fallo per me». Parole che secondo gli inquirenti rappresentano il tentativo, estremo, della giovane di convincere il fidanzato a tagliare i ponti con la malavita. Un invito al quale Magliulo risponde: «Ora non è facile, stai un poco calma…».
Il clan Ascione, come poi ripeterà Magliulo in un’altra telefonata, aveva preso di mira la famiglia della giovane perché «possono pensare che voi potete fare qualche “specchietto”…», queste le parole di Magliulo riferite alla possibilità che i familiari della fidanzata avrebbero potuto avvertire i Birra per uccidere i boss rivali. Troppo anche per i sogni di gloria del giovane ras che a quel punto matura la decisione di traslocare al nord per proteggere la propria compagna. Per amore. Fino alla scelta di qualche giorno fa di collaborare con la giustizia.

Commenta per primo