Equipe Campania: “Dopo Coverciano, c’è Qualiano”

“Dopo Coverciano, c’è Qualiano”. Lo affermano e lo ripetono gli addetti ai lavori dell’Associazione Italiana Calciatori Equipe Campania, che in questo giorni stanno calpestando il prato del Santo Stefano, per il ritiro dei calciatori senza contratto. Il campo è oramai fiore all’occhiello del panorama calcistico nazionale grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale, ma in particolare dell’assessore allo Sport Bonaventura Cerqua che è riuscito a convincere anche i più scettici ed a trasformare quello che era un sogno in una vera realtà.

“Sono orgoglioso che il nostro campo sia cresciuto e si stia trasformando in un polo sportivo di importanza nazionale. – sottolinea l’assessore Cerqua- La mia personale dedizione sta dando i suoi frutti anche grazie alla preziosa collaborazione stabilita dell’Equipe Campania”.E così, se 6 anni fa il raduno degli atleti in cerca di ingaggio poteva contare su meno di dieci calciatori, quest’anno sono circa 100 gli iscritti, con tante stelle che hanno militato in seria A e B ed ogni giorno il campo è visitato dai procuratori sportivi provenienti da tutta Italia, in cerca di giocatori da ingaggiare.

“Oggi Qualiano è come Coverciano, una piccola cittadella dello Sport e la cosa fa onore a chi ci accoglie in questa bella struttura”, ha commentato Antonio Trovato, il trainer manager dell’AIC Equipe Campania, quando l’assessore ed il sindaco De Luca, sono andati in visita al Santo Stefano, per incontrare i coordinatori, i tecnici ed i giocatori che hanno affollato tutto il campo impegnati in diversi esercizi di preparazione in vista degli inizi dei campionati di categoria. (https://youtu.be/5G8r6DV345A)

“Spesso, tendiamo a non rendere la giusta dimensione di quello succede nel nostro territorio. – ricorda il sindaco De Luca- Sapere che Qualiano viene dopo Coverciano, che è il “principato” del mercato dei calciatori, è per me che amministro, ma per tutto il paese, un momento di grande orgoglio. Va detto anche che Qualiano ha una struttura che ben si presta a questo tipo di eventi ed è un fatto che il nostro campo ci è invidiato dai Comuni vicini. Complimenti agli sportivi per il lavoro che state facendo e buon ingaggio a tutti.”

Commenta per primo