L’Isis fa tremare ancora l’Europa. Due uomini fermati, stavano per colpire un candidato all’elezione presidenziale

Due presunti terroristi sospettati di preparare attentati durante la campagna presidenziale francese sono stati fermati a Marsiglia. “L’attacco era imminente”, aggiungono le fonti. Esplosivi di tipo Tatp sono stati rinvenuti nell’edificio dove è scattato l’arresto, che è stato fatto evacuare. Entrambi i fermati, di nazionalità francese, erano già noti ai servizi per la loro radicalizzazione. Uno dei due era convertito all’Islam. I due non erano originari di Marsiglia ma avevano affittato una casa nella grande città francese affacciata sul Mediterraneo.

“I due uomini fermati a Marsiglia volevano colpire un candidato all’elezione presidenziale. Gli inquirenti hanno scoperto un video in cui i due sospetti prestavano giuramento all’Isis”, scrive Le Parisien online. Nel video viene filmata, tra l’altro, la prima pagina di un giornale con la foto del candidato Francois Fillon.

I servizi di sicurezza francesi hanno lanciato un’allerta ai candidati delle elezioni presidenziali sul “rischio attentati” e la minaccia “particolarmente pesante” che incombe sulla campagna elettorale.

Il presidente francese, Francois Hollande, rende omaggio al lavoro delle forze di sicurezza francesi. “Siamo mobilitati contro il terrorismo”; ha continuato Hollande, aggiungendo: “I nostri servizi di sicurezza hanno lavorato in modo notevole”. “Ora questi due individui verranno interrogati dalla polizia e dalla giustizia”. “Il rischio terrorismo è più elevato che mai”, ha detto il ministro dell’Interno, Mathias Fekl. Oltre cinquantamila uomini – ha aggiunto – sono dispiegati sull’insieme del territorio per garantire la sicurezza del voto.

Commenta per primo