Morte Stefano Cucchi. Inchiesta bis, per i giudici si trattò di morte improvvisa

Secondo i periti, sarebbe l'epilessia la causa più probabile del decesso del giovane

Ilaria Cucchi durante la trasmissione "In 1/2h" condotta da Lucia Annunziata, Roma, 10 gennaio 2016. ANSA/CLAUDIO PERI

Quella di Stefano Cucchi fu una “morte improvvisa ed inaspettata per epilessia in un uomo con patologia epilettica di durata pluriennale, in trattamento con farmaci anti-epilettici”. E’ l’ipotesi “dotata di maggiore forza ed attendibilità” adottata dai periti nominati dal gip nell’ambito dell’inchiesta bis avviata per accertare la natura, l’entità e l’effettiva portata delle lesioni patite da Stefano Cucchi, il geometra romano morto il 22 ottobre 2009 una settimana dopo il suo arresto per droga. Per i periti “le lesioni riportate da Stefano Cucchi dopo il 15 ottobre 2009 non possono essere considerate correlabili causalmente o concausalmente, direttamente o indirettamente anche in modo non esclusivo, con l’evento morte”.

ANSA

Commenta per primo