Mugnano, fondo per la contrattazione integrativa. Non c’è l’accordo tra sindacati e il Comune

Traspare agitazione tra i dipendenti comunali. In ballo c’è il finanziamento delle risorse accessorie per i dipendenti comunali. I sindacati della Cgil, Cisl, Uil hanno diffidato l’amministrazione per ottenere un incontro tra le parti. “Segnaliamo l’inaccettabile situazione della trattativa decentrata con pesanti ripercussioni sulla funzionalità dei servizi, l’organizzazione del lavoro e il salario delle persone, chiede, con urgenza la ripresa concreta e continuativa della trattativa decentrata. In particolare è necessario fare chiarezza con apposito incontro, dell’esatta quantificazione delle risorse disponibili per l’anno 2016 alla quale poter fare riferimento per il finanziamento di tutti gli istituti contrattuali”.

I rappresentanti dei lavoratori chiedono un confronto sul consuntivo rispetto alle somme del 2015 con relativa verifica sull’utilizzo, sulla rispondenza delle cifre e per il corretto utilizzo delle risorse destinate a lavoro straordinario. Nel merito ha risposto l’assessore al Personale Vincenzo Massarelli: “La parte politica ha disposto tutti i provvedimenti necessari per la convocazione della delegazione trattante. I Revisori dei Conti hanno fatto alcune considerazioni sul fondo variabile. Più volte abbiamo sollecitato il caposettore Gagliardi, in modo che possa convocare i sindacati”

Commenta per primo