Muoiono folgorati nella vasca da bagno: 3 giovani vittime in pochi giorni

Tre giovani vittime di incidenti domestici in pochi giorni. Incidenti legati all’elettricità, che ha ucciso una ragazza in Calabria e una coppia di fratellini in Svizzera. Tutti sono rimasti folgorati nella vasca da bagno. L’episodio più recente è accaduto domenica sera a Kehrsatz, vicino a Berna: i due bambini di sei e sette anni, somali, sono morti per una scarica elettrica provocata dal phon con cui giocavano mentre facevano il bagnetto insieme. Come informa la polizia cantonale in una nota, i piccoli, gravemente feriti e privi di sensi, sono stati subito tolti dalla vasca dai genitori. Non è ancora chiaro se i bimbi fossero in bagno da soli o no. La Rega, la guardia aerea svizzera di soccorso, chiamata d’urgenza non è riuscita a salvarli: i bambini sono morti entrambi poco dopo in ospedale. L’esatta dinamica dei fatti è tuttora oggetto di indagini.

Stesso tragico epilogo per una diciottenne che ha perso la vita venerdì scorso nella sua casa in Calabria, a Mesoraca, nel Crotonese. La giovane stava facendo il bagno e aveva deciso di caricare il suo cellulare con una ciabatta elettrica appoggiata al bordo della vasca. Fatale la caduta della multi presa nell’acqua che ha folgorato la ragazza provocandone la morte. I soccorritori del 118 hanno tentato di rianimarla ma non c’è stato nulla da fare. I carabinieri intervenuti sul posto hanno appurato che il salvaviva non avrebbe funzionato correttamente dichiarando che la famiglia, al fine di ridurre i consumi, si era collegata alla fornitura elettrica bypassando il contatore. Il padre della vittima, un operaio quarantunenne, è stato denunciato per furto di energia elettrica e per la conseguente morte della figlia.

Ogni anno, secondo l’ultimo rapporto Eurosafe, in Italia sono circa 3 milioni e 200 mila gli incidenti domestici. Di questi il 6%, ovvero oltre 240 mila, ha cause elettriche, come rilevato dal Censis. Più di 8 milioni sarebbero le case con impianti non a norma. La cucina (38%) è l’ambiente più pericoloso, seguita dal bagno (11,7%). In base alle statistiche europee gli infortuni fra le quattro mura sono la quarta causa di morte dopo le patologie cardiovascolari, il cancro e le malattie respiratorie.

Nel nostro Paese si contano ogni anno quasi 6 mila decessi provocati soprattutto da cadute e scariche elettriche. Queste ultime sono responsabili di quasi un morto al giorno.

Commenta per primo