Napoli. Scelta una familiare di De Magistris per lo staff. Aumenta ancora la spesa per i collaboratori

I decreti si susseguono a ritmo serrato, nei primi due giorni di questa settimana sono state quaranta le assunzioni firmate dal sindaco in persona. Sono tutti staffisti destinati agli assessorati (anche perché lo staff destinato al suo ufficio, De Magistris l’aveva già ingaggiato all’inizio di settembre) che per la maggior parte vanno a ricoprire ruoli che già avevano nella passata consiliatura. Solo che, stavolta, costeranno qualcosina in più, ma per capirlo bisogna fare una approfondita ricerca.

Lo scorso 13 gennaio, l’assessore Palma, per placare una polemica generata dalla lettura dei bilanci, fa diramare un comunicato stampa nel quale presenta notizie precise sui conti del Comune. In quel comunicato lo stesso assessore al bilancio chiarisce: «Per quanto riguarda la spesa di funzionamento degli staff, l’importo medio speso in bilancio negli anni fra il 2011 e il 2015 è di circa un milione e seicentomila euro contro i due milioni e 150mila euro della precedente amministrazione». Eccolo il nostro punto di partenza. Fino al 2015, spiega l’assessore al bilancio, gli staff hanno avuto un costo medio di 1.600mila euro all’anno. D’ora in poi, però, ci sarà un considerevole aumento. Lo chiarisce nel dettaglio una delle prime delibere della rinascente Giunta De Magistris, nello specifico la numero 477 dell’8 luglio: «La spesa necessaria per la costituzione dei rapporti di lavoro per gli uffici di supporto» diventa di 2.204.640 euro all’anno.

E quest’ultima cifra, messa a confronto con quella precedente, produce un aumento prossimo al 38% dei costi per gli staff. Ora, onestamente, in una città che è alla canna del gas sul fronte economico, far lievitare i costi degli staffisti non sembra la migliore delle idee. Ma ormai il dado è tratto, gli staffisti sono assunti e gli stipendi sono ufficializzati. Adesso veniamo a un tema più intrigante: l’assunzione della cugina del sindaco De Magistris. Si chiama Lucia Russo ed è stata riconfermata all’interno dello staff dell’assessorato allo Sport nel quale era già stata inserita con la passata consiliatura, la prima di De Magistris. Già all’epoca venne segnalata la vicenda e si trascinò dietro le consuete polemiche. Già all’epoca De Magistris chiarì che si tratta di una donna laureata e con un curriculum di tutto rispetto: «È stata riconfermata per le sue indiscusse capacità», chiarisce l’assessore al bilancio. Lei, al lavoro assieme all’assessore Borriello, chiarisce di non poter parlare della vicenda e lo fa in maniera delicata, senza rabbia né tensione.

 

Fonte: Il Mattino

Commenta per primo