Perde tutto a causa del terremoto, la rabbia sui social e poi l’estremo gesto

Il terremoto di Amatrice dello scorso 24 agosto continua a mietere vittime. A rimetterci tutto questa volta è stato Adriano Pieretti, 31 anni originario di Osimo e residente a Camerino in provincia di Macerata, cittadina vicina alle zone colpite dal terremoto. Il 31enne era proprietario di un’edicola a Camerino, e portava avanti l’attività grazie soprattutto alla presenza delle numerose scuole presenti nella zona, tutte chiuse dopo il terremoto. Anche l’attività della compagna non ha avuto maggior fortuna, dato che il salone da estetista dove lavorava è crollato, lasciando i due senza un soldo e con un mutuo da pagare.
La mazzata finale è arrivata con l’ufficialità che Camerino non rientra tra le zone interessate dagli aiuti statali, notizia che ha gettato il giovane in una spirale di disperazione manifestata due giorni fa su Facebook “Che dire… ho la ragazza che dal 24 agosto non lavora, per il negozio distrutto, con un mutuo dietro, e sti pagliacci ci hanno messo fuori….è proprio un’Italia di m….”

Oggi la depressione ha preso il sopravvento, portandolo a commettere il gesto estremo. Sono in corso gli accertamenti della polizia.

Commenta per primo