Poliziotto decide di farla finita a 52 anni. Trovato morto nella sua auto

Non ce la faceva più e ha deciso per il gesto estremo. C. M., 52 anni, agente in servizio al Commissariato di Chioggia ha deciso di farla finita sparandosi un colpo alla testa all’interno della sua auto. Il corpo dell’uomo è stato trovato nella zona industriale di Piove di Sacco poco distante dall’abitazione in cui viveva, da solo. L’uomo viveva al piano di sotto dello stesso stabile in cui risiede il fratello.
Un gesto che ad ora rimane inspiegabile, ciò che però si sa è che l’agente era in convalescenza dallo scorso agosto in seguito alla frattura dell’omero e sarebbe dovuto rientrare in servizio ieri, mercoledì 15 febbraio. I colleghi, non vedendolo presentarsi al Commissariato, hanno tentato di chiamarlo, ma in seguito ad alcuni vani tentativi si sono allarmati. Lo stesso capo della polizia Franco Gabrielli si è interessato della sorte dell’uomo, rimanendo in stretto contatto col questore di Venezia, Angelo Sanna, che ha attivato subito le ricerche. Ricerche che hanno fornito l’esito infausto quando una pattuglia della polizia stradale ha avvistato l’auto del collega.
Sul posto sono intervenute le squadre Mobili di Padova e Venezia oltre alla polizia scientifica e il questore Sanna che ha informato i familiari.

Commenta per primo