Premiato alla Biennale Nazionale per la statua di Hamisk, storia di un giovane mugnanese

Premiato alla Biennale Nazionale per la statua di Hamisk, la storia di un giovane mugnanese

Ha realizzato una statua di Hamsik in terracotta e vinto il primo premio del pubblico alla Biennale Nazionale dei Licei Artistici. E’ l’incredibile storia di Sebastiano Miraka, di origine albanese ma da anni cittadino mugnanese, che ha partecipato al concorso con il liceo artistico Caselli di Napoli. L’opera, premiata dal ministro Valeria Fedeli, raffigura la testa di Hamsik mentre urla di gioia dopo un goal.

“Il ritratto nasce dalla mia passione per il gioco del calcio – spiega Sebastiano – L’ho pensata come un “grido di riscossa” per tutti i ragazzi che, nati nelle periferie del mondo, non sanno sognare un futuro perché convinti di non meritarlo. Spero che la mia opera possa suscitare in chi la guarda  l’entusiasmo di un bambino e l’ambizione dei vincenti”.

Commenta per primo