Qualiano. Detenzione abusiva di armi, nuova condanna per ‘Pucchje Pucchje’

L'uomo è ritenuto affiliato al clan D'Alterio-Pianese operante in città e nei comuni limitrofi

I carabinieri della stazione di Qualiano, diretti dal maresciallo Pasquela Bilancio, coordinati dal capitano De Lise della Compagnia di Giugliano, hanno eseguito un ordine di carcerazione domiciliare emesso dalla Procura generale di Napoli nei confronti di Giuseppe Di Nardo, detto “Pucchi Pucchi”, 56enne, di Qualiano e ritenuto affiliato al clan “D’Alterio-Pianese” operante a Qualiano e nei comuni limitrofi. L’uomo dovrà espiare la pena di 2 anni e mezzo di reclusione per porto e detenzione abusiva di armi commessi a Qualiano nel 2007.

Commenta per primo