Ragazzo di 14 anni si impicca, dietro l’estremo gesto il particolare choc: ecco cos’è successo

Impiccato alla tettoia di casa a 14 anni: ancora un ragazzino suicida nel Torinese, a Pavone Canavese. Dopo l’episodio di San Benigno, un altro giovanissimo si è tolto la vita impiccandosi, il corpo ritrovato dai genitori. Studente di un istituto professionale, il giovane aveva anche fatto parte del Consiglio comunale dei ragazzi del suo paese. I carabinieri della compagnia di Ivrea stanno cercando di capire le motivazioni che lo hanno spinto a togliersi la vita. Lo scorso 17 agosto un quindicenne si è sparato con la pistola del padre, regolarmente detenuta, forse per una delusione d’amore.

I carabinieri della compagnia di Ivrea stanno cercando di fare luce sulle motivazioni del gesto. Il giovane non ha lasciato biglietti per spiegare il gesto. Pare che la sera prima, visto il recente lutto per la scomparsa del nonno, la famiglia avesse negato al 14enne la possibilità di andare in gita con alcuni amici. Il litigio, sommato al dolore per la perdita del nonno al quale era molto legato, potrebbe aver indotto il ragazzo ad un gesto sconsiderato. Esclusa dai carabinieri la pista del bullismo. Gli accertamenti sono al momento in corso.

Commenta per primo