Il sarto napoletano che veste gli sceicchi in Medioriente

Antonio Riccio dopo aver aperto una bottega a Torre del Greco è approdato in Iraq

Antonio Riccio è un sarto originario di Torre del Greco che aprirà una boutique in Iraq nella zona del Kurdistan. L’artigiano è approdato nella città di Ebril dopo aver cominciato, circa 6 anni fa, nel suo paese d’origine con una piccola bottega. Prima di acquisire la fama internazionale Riccio ha aperto una sede a Milano, città che è stata fondamentale per lo sviluppo della sua impresa: «È stata la mia palestra, ho cominciato con camicie e cravatte, poi sono arrivati abiti, giacche e pantaloni: tutto cucito a mano, anche le impunture, ogni dettaglio è frutto del lavoro dell’uomo. Una scommessa vinta. Lì ho conosciuto i miei futuri soci arabi» ha dichiarato Russo a Il Mattino che gli ha dedicato un articolo.

Dal confezionamento degli abiti occidentali il giovane sarto è passato a a quelli per gli sceicchi. I viaggi mensili verso il Medioriente sono vissuti con prudenza da Antonio. Recarsi nella provincia Kurdistan significa passare in un territorio minacciato dai terroristi dell’Isis. Ogni suo spostamento è segnalato alla Farnesina.  Il fondatore dell’ormai catena Sartoria Napoletana Luxury ha aperto una sede anche ad Instanbul.

Commenta per primo