Tentato omicidio nel Napoletano, presi due diciassettenni

liceale-accoltellato-da-alcuni-coetanei-si-pensa-alla-discriminazione-razziale

Sono stati identificati dai Carabinieri i due aggressori, entrambi 17enni, che, lo scorso 27 dicembre a San Giorgio a Cremano (Napoli), si sono resi responsabili del tentato omicidio a coltellate di un 22enne e di un 23enne. L’aggressione è avvenuta intorno alle 2 di notte quando i due 17enni, verosimilmente ubriachi, sono stati invitati dalle vittime a smetterla di infastidire l’avventore di un locale. Da lì è nato un litigio finito con l’allontanamento dei minori, che qualche ora dopo hanno convinto il 22enne e il 23enne a partecipare a un incontro chiarificatore. Le vittime sono state attratte in un vicoletto dove sono state colpite a pugni e coltellate. Uno dei malcapitati è stato curato all’ospedale Maresca di Torre del Greco per ferite varie d’arma da taglio guaribili in 7 giorni. L’altro è stato trasportato d’urgenza al Loreto Mare di Napoli e ricoverato in prognosi riservata per ferite potenzialmente mortali in varie parti del corpo. Nel corso di indagini coordinate dalla Procura per i Minorenni di Napoli, i Carabinieri della stazione di San Giorgio a Cremano hanno identificato gli aggressori grazie all’escussione di persone presenti nel locale nel momento del primo scontro e alle immagini prese da sistemi di videosorveglianza. Questa mattina i due minori sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il Tribunale dei Minori. Entrambi sono stati portati al centro di prima accoglienza di viale Colli Aminei a Napoli.

Commenta per primo