«Tu sei solo mio, hai capito?» Studentessa-stalker aggredisce un ragazzo: nei guai una 16enne

Una storia d’amore che è diventato un vero e proprio incubo per uno studente di Torre Annunziata. Nunzia (nome di fantasia), si è innamorata. Ma quello che lei credeva amore, si stava trasformando pian piano in ossessione.
Un giorno però Nunzia decide di dichiararsi, ma la reazione del ragazzo è sempre la stessa: la 16enne continua ad essere ignorata. A quel punto la ragazza comincia ad insistere, messaggi e chiamate senza mai fermarsi, lettere d’amore e scritte sulle mura della scuola.

L’alunno perde la pazienza e riferisce il tutto al corpo docenti, che chiede subito al preside di convocare Nunzia. La situazione però non cambia, la 16enne continua a sedurre il ragazzo che all’ennesimo rifiuto si vede vittima di un’aggressione.
Il dirigente scolastico, visto la situazione delicata decide di chiamare la polizia. Situazione che da settimane studiano gli agenti del commissariato di Torre Annunziata (agli ordini del dirigente Vincenzo Gioia e la vice Elvira Arlì).

Nunzia viene ascoltata, stessa sorte anche per la vittima. La ricostruzione della dinamica però dimostra il fatto che la ragazza è completamente ossessionata dal suo compagno di classe e che l’unico metodo per calmare le acque e denunciarla.
Inoltre, la polizia, ha anche offerto un supporto psicologico alla 16enne che sembra essersi moderata.

Per evitare altri problemi, Nunzia è stata spostata in un’altra classe. «Abbiamo subito coinvolto i genitori – spiega il dirigente scolastico dell’istituto superiore di Torre Annunziata- il problema è stato risolto solo con una diffida della polizia ma stiamo comunque cercando di aiutare anche la ragazza in un percorso interno».

Commenta per primo