Turismo sconosciuto nell’area Nord di Napoli, niente fondi per gli eventi nell’area giuglianese

Dopo le polemiche divampate in pieno agosto a causa dei fondi a pioggia elargiti ai Comuni della Campania per la promozione turistica e la realizzazione di eventi, nell’ambito del POC Campania 2014/2020, la giunta regionale ha provveduto allo stanziamento di altri tre milioni di euro per un ulteriore scorrimento della graduatoria. «Agli oltre 7 milioni gia previsti — ha spiegato l’assessore al Turismo, Corrado Matera — abbiamo stabilito che altri due milioni finanzieranno, tra le proposte ammesse, gli eventi di carattere nazionale e un milione di euro le iniziative locali. Ora saranno gli uffici a definire gli elenchi. Ma ad occhio e croce saranno una ventina in più, rispetto alle 82 proposte complessive già selezionate, i Comuni che accederanno alle erogazioni previste dal bando per i piccoli eventi e oltre una decina quelli delle iniziative promozionali di carattere nazionale».

I due bandi fanno riferimento ad una quota di fondi fino a 150 mila euro per gli eventi più significativi (potevano essere ammessi i capoluoghi di provincia o una aggregazione di Comuni) e di 40 mila euro per le proposte di carattere locale (quota che sale a 50 mila in caso di aggregazione intercomunale). Il bando per i grandi eventi prevedeva, finora, sovvenzionamenti destinati alla IX edizione di «M’illumino d’inverno» a Sorrento (per 100 mila euro), ma anche il «Festival di musica etnica» di Summonte (110 mila euro), i 54 mila euro erogati per «Sant’Antonio, i mille volti della devozione» di Afragola, il «Festival delle identità culturali» di Vallo della Lucania (140 mila euro) e la «Coppa d’Oro città di Caserta» di equitazione (150 mila euro).

Pochi i progetti presentati dai Comuni a Nord di Napoli. Nei 100 progetti previsti dalla lista Giugliano è al 74esimo posto con ‘Tutti in scena – Premio al merito XIV edizione’; Villaricca al 78esimo con Premio Sinfonia dei Salmi III Ed. exsultate Jubilate – Le chiese della Cultura; all’84esimo posto c’è Mugnano con la Festa del Sacro Cuore di Gesù – Tra sacro, cultura e tradizioni; mentre il progetto Estate a Melito è stato bocciato e dunque escluso da finanziamenti. Non ci sono progetti dei Comuni di Qualiano, Sant’Antimo, Calvizzano e Marano. Insomma l’area nord di Napoli ha raccolto solo le briciole, eppure ci sono alcuni comuni piccoli che sono riusciti ad ottenere finanziamenti ingenti. Come ad esempio Parete che ha avuto 50mila euro per la festa della Vendemmia, piccoli comuni dell’Avellinese, del Beneventano e del Casertano si sono visti finanziare somme dai 30 ai 50 mila euro per sagre e feste locali. Pomigliano ha avuto 100mila euro per il Jazz Festival, Calitri 140mila euro per lo Sponz Festival di Vinicio Capossela.

Commenta per primo