UN ANNO DI POZIELLO SINDACO – Magliacano (Impresiamo): “Lavoriamo insieme per il rilancio del commercio giuglianese”

Le priorità dell'imprenditrice: "Dare ampio respiro ai piccoli negozi al dettaglio e ai nascenti food del corso. Dehors in zona costiera"

Il presidente dell'associazione Impresiamo, Tecla Magliacano

“Dalle critiche costruttive rivolte all’amministrazione è emersa una stretta sinergia per adempiere ad un obiettivo comune: la rinascita del commercio giuglianese”. E’ Tecla Magliacano, presidente dell’associazione “Impresiamo”, a tracciare un bilancio del primo anno di amministrazione Poziello. Dal serrato confronto dei primi mesi si è passati ad una maggior collaborazione, anche grazie ai tavoli di confronti organizzati dagli esponenti dell’amministrazione. Durante questi incontri sono state tracciate le linee guida per il rilancio del commercio locale.

“Sicuramente, da un anno di amministrazione non possiamo essere critici, difatti non ci aspettavamo voci di bilancio sul commercio con effetti positivi, anche perché, la giunta Poziello eredita un commissariamento – ha detto l’imprenditrice -. Pertanto auspichiamo che, con i prossimi tavoli di concertazione, l’amministrazione accoglierà le nostre proposte e la nostra futura progettualità per la rinascita del commercio giuglianese. Come Associazione di categoria – ha precisato – sono stata molto critica nei mesi scorsi verso l’amministrazione Poziello, critiche costruttive che devono portare ad una stretta sinergia con quest’ultima, tavolo permanente con le Associazioni di categoria per la risoluzione delle varie problematiche che attanagliano il commercio giuglianese. Sicuramente questo primo anno è servito all’amministrazione Poziello per capire al meglio le varie dinamiche del territorio ed anche su questo punto auspichiamo a breve un incontro dove come Associazione di categoria presenteremo una progettualità sul commercio, turismo.

Infine, la presidentessa di Impresiamo, delinea quelle che sono, secondo lei, le priorità da affrontare da qui ai prossimi mesi. “I dehors rappresentano per una città, un momento di programmazione molto importante perché si va a modificare l’uso pubblico della città – ha affermato -. Per molti è solo un regolamento tecnico, ma se attuato in base al proprio territorio, può cambiare il futuro commerciale, paesaggistico e turistico di un paese. Per il rilancio del C.C.N. (centro commerciale naturale ), non parlerei di criticità o di priorità ma questo, è un argomento importante di programmazione di un futuro piano di commercio. Una città come la nostra ha vocazione turistica, e ci sono specifiche priorità per un centro storico come il nostro. I dehors sono fondamentali per una città come Firenze , Milano, la stessa Napoli, il nostro litorale, ma per il nostro centro storico parlerei più di parcheggio e di scambi inter-nodali, e tante altre piccole priorità che potrebbero dare ampio respiro ai piccoli negozi al dettaglio e ai nascenti food del corso. Pertanto – ha terminato Tecla Magliacano – io auspico un incontro più specifico e di programmazione con gli assessori del ramo, le associazioni di categoria, tecnici, affinché ci si possa confrontare e, suggerire alcune criticità e priorità al nuovo regolamento dehors in discussione”. 

Commenta per primo