UN ANNO DI POZIELLO SINDACO – Porcaro (Coigiass): “Diamo a Giugliano la luce che merita”

Il presidente dell'associazione di commercianti e imprenditori  giudica positivo il lavoro svolto con l'amministrazione comunale

Il presidente della Coigiass Rosario Porcaro

“Il bilancio di quest’anno è stato più che positivo. Mi auguro che l’amministrazione comunale possa essere ancora più celere nel mettere in pratica le istanze presentate dalle associazioni di categoria”. È questo il pensiero del presidente della Coigiass, Rosario Porcaro, dopo un anno esatto di amministrazione Poziello. “Un anno di rodaggio”, come lo definisce il referente dell’associazione di commercianti e imprenditori giuglianesi, caratterizzato da una sinergia sempre più forte. “Rilanciare il commercio giuglianese e dare a questa città la luce che merita deve essere la scommessa sia per noi che per l’amministrazione comunale”, ha detto Porcaro.

“Giugliano, in seguito alla lunga gestione commissariale, sembra sia partita dall’anno zero – ha proseguito – e al di là di idee politiche divergenti che si possano avere, noi come imprenditori oltre che cittadini, a valere sono gli aspetti pratici e programmatici. Per queste ragioni, mi sono di dire che il bilancio dopo un anno è stato piuttosto positivo, sebbene siamo ancora in una fase iniziale, direi di start-up”.

Il presidente ha sottolineato, poi, come non si possa prescindere da una ridefinizione del commercio locale, anche come forma di riscatto per quello di cui la città è stata privata negli anni. “Giugliano ha perso occasioni infrastrutturali importanti e decisive come il tribunale, l’università, una stazione ferroviaria usufruibile o dei cinema – ha detto Porcaro -. Oggi risalire la china è un’impresa impegnativa per tutti, ma proprio per questo sarà stimolante per noi e dovrà esserlo anche per l’amministrazione”.

Infine, l’esponente della Coigiass ha precisato che “abbiamo avuto un filo diretto con l’amministrazione. Si è lavorato in sinergia e pertanto contiamo dopo quest’anno di rodaggio di essere ancora più produttivi. Quello che chiediamo oggi – ha concluso – all’amministrazione è di essere ancora più veloce nelle risposte alle richieste, anche se la burocrazia è purtroppo nemica di imprese e cittadini.

Commenta per primo